Voluntary disclosure, notifiche via PEC

15 Dicembre 2015 in Notizie Fiscali

Il Governo inserisce negli emendamenti alla legge di stabilità 2016 le notifiche Pec “accelerate” per la voluntary disclosure. In particolare, il nuovo comma 68 aggiunto dai tecnici del Mef prevede che «ai soli fini della procedura di collaborazione volontaria (…) tutti gli atti che per legge devono essere notificati al contribuente (…) possono essere allo stesso notificati dal competente ufficio dell’agenzia delle Entrate (…) a mezzo di posta elettronica certificata». Il contribuente deve avere, comunque, «manifestato la propria volontà» di ricevere gli atti con tale modalità, delegando il professionista di fiducia. La notifica si considererà perfezionata «nel momento in cui il gestore del servizio trasmette all’ufficio la ricevuta di accettazione con la relativa attestazione temporale che certifica l’avvenuta spedizione del messaggio». La modifica è stata apportata per agevolare la procedura  di collaborazione volontaria, in quanto la notifica per via ordinaria avrebbe rischiato di ritardare il perfezionamento di migliaia di posizioni.