Sanzioni amministrative pecuniarie Consob: istituiti i codici tributo per l’F24 ELIDE

2 Ottobre 2020 in Notizie Fiscali

Con una convenzione stipulata tra la Consob e l’Agenzia delle Entrate in data 28 settembre è stato previsto che a partire dal 1 ottobre 2020 l’attività di riscossione delle sanzioni amministrative pecuniarie irrogate dalla Consob (DLgs n 58/1998) avvenga tramite il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” delle sanzioni in oggetto.

Dando seguito all'accordo con Risoluzione n 61/E del 30 settembre sono istituiti i codici tributo per il versamento tramite modello F24 ELIDE:

  • “CBSE” denominato “sanzioni amministrative pecuniarie di competenza della CONSOB – decreto legislativo 24/02/1998, n. 58 – quota STATO”;
  • “CBSC” denominato “sanzioni amministrative pecuniarie di competenza della CONSOB – decreto legislativo 24/02/1998, n. 58 – quota CONSOB”.

In sede di compilazione del modello “F24 ELIDE” sono indicati:

  • nella sezione “CONTRIBUENTE” i dati anagrafici e il codice fiscale del soggetto

tenuto al versamento;

  • nella sezione “ERARIO ED ALTRO”:
    • nel campo “tipo”, la lettera “R”;
    • nel campo “elementi identificativi”, gli estremi identificativi dell’atto sanzionatorio emesso dalla CONSOB (fino a un massimo di 17 caratteri alfanumerici);
    • nel campo “codice”, i codici tributo sopra citati;
    • nel campo “anno di riferimento”, l’anno in cui è stato emesso l’atto sanzionatorio,

nel formato AAAA.

Il DLgs n 58/1998 prevede che la Consob a seguito di provvedimento motivato possa irrogare sanzioni pecuniarie per le materie di propria competenza.

A norma dell’art 32 ter dello stesso decreto è istituito un fondo per la tutela stragiudiziale dei risparmiatori e degli investitori che ai sensi del comma 2 dello stesso articolo viene finanziato con il versamento della metà degli importi delle sanzioni amministrative pecuniarie riscosse per la violazione delle norme sulla Disciplina degli intermediari ((Parte II DLgs n 58/1998)

Allegati: