Reti d’impresa in agricoltura: le modalità per l’accesso al credito d’imposta

21 Ottobre 2016 in Notizie Fiscali

Il Ministero delle politiche Agricole ha definito le nuove modalità di presentazione delle domande per la concessione del credito d’imposta per incentivare la creazione di nuove reti di imprese ovvero lo svolgimento di nuove attività da parte di reti di imprese già esistenti (Circolare del 17 ottobre 2016 n. 76690 che modifica e sostituisce integralmente la precedente circolare n. 67340/2015).

Sono ammissibili all’agevolazione esclusivamente le spese sostenute per nuovi investimenti compresi in un programma comune di rete, per lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie, nonché per la cooperazione di filiera, regolarmente fatturate e quietanzate, realizzate per il periodo di imposta dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016, relative a:

  1. costi per attività di consulenza e assistenza tecnico-specialistica prestate da soggetti esterni all’aggregazione in rete, per la costituzione della rete, per la redazione del programma di rete e sviluppo del progetto;
  2. costi in attivi materiali per la costruzione, acquisizione o miglioramento di beni immobili e per l’acquisto di materiali e attrezzature;
  3. costi per tecnologie e strumentazioni hardware e software funzionali al progetto di aggregazione in rete;
  4. costi di ricerca e sperimentazione;
  5. costi per l’acquisizione di brevetti, licenze, diritti d'autore e marchi commerciali;
  6. costi per la formazione dei titolari d’azienda e del personale dipendente impiegato nelle attività di progetto;
  7. costi per la promozione sul territorio nazionale e sui mercati internazionali dei prodotti della filiera;
  8. costi per la comunicazione e la pubblicità riferiti alle attività della rete.

Presentazione della domanda
Possono presentare domanda per l’attribuzione del credito d’imposta le piccole e medie imprese (PMI), compresi i consorzi e le cooperative, e le istanze dovranno essere presentate dal 20 al 28 febbraio 2017.

L’istanza di concessione del credito di imposta, firmata digitalmente a pena di nullità, è presentata dall’impresa capofila della rete, all’indirizzo PEC saq3@pec.politicheagricole.gov.it, in formato “p7m” a seguito di sottoscrizione del titolare, del legale rappresentante o del procuratore speciale, nel rispetto di quanto disposto dal “Codice dell’amministrazione digitale” di cui al decreto legislativo n. 82/2005 e successive modificazioni e integrazioni e deve riportare il seguente oggetto “DM272RI-PARTITAIVAIMPRESACAPOFILA”.