Processo civile telematico: dal 26 ottobre parte la fase sperimentale del deposito atti

27 Ottobre 2020 in Notizie Fiscali

A partire dal 26 ottobre sarà avviata la fase sperimentale del deposito degli atti di parte presso la Corte di Cassazione al fine di testarne l'andamento, verificare la funzionalità dei codici errori revisionati e la fase di accettazione/correzione da parte delle cancellerie secondo quanto previsto dal Protocollo d’intesa sottoscritto in data 16 ottobre tra:

  • il Ministero della Giustizia, 
  • la Corte Suprema di Cassazione, 
  • la Procura Generale presso la Corte di Cassazione, 
  • l’Avvocatura dello Stato, 
  • il Consiglio Nazionale e Organismo Congressuale Forense,

Il Ministro ha assicurato che tutte le cancellerie avranno la piena disponibilità delle funzionalità del nuovo applicativo per la gestione dei procedimenti telematici e degli atti depositati in digitale dagli avvocati.

L’applicativo “desk del consigliere di cassazione” consentirà inoltre la visibilità dei fascicoli telematici ai magistrati componenti dei collegi.

Vediamo le date delle varie tappe di avanzamento del processo:

  • Entro il 15 gennaio 2021 il Ministro assicura che la consultazione da parte dei magistrati della sesta sezione civile dei fascicoli loro assegnati sarà possibile tramite l’applicativo “desk del consigliere di cassazione” mediante evolutiva all'applicativo
  • Entro il 15 gennaio 2021 sarà inoltre assicurata, mediante evolutiva del nuovo applicativo a tutte le cancellerie della Corte di Cassazione ad eccezione della sesta sezione, la possibilità di procedere al deposito ed alla pubblicazione dei provvedimenti telematici redatti dai magistrati con l’applicativo destinato, 
  • Entro il 31 maggio 2021 saranno apportate le modifiche necessaire a gestire telematicamente l’intero flusso telematico dei provvedimenti della sesta sezione civile.

Secondo il protocollo inoltre, l’Avvocatura generale dello stato si impegna ad individuare un gruppo di referenti ovvero di materie rispetto ai quali a partire dal 26 ottobre provvederà a trasmettere i ricorsi ed i controricorsi nonché gli atti successivi anche in modalità telematica secondo le specifiche tecniche già pubblicate sul portale dei servizi telematici fermo restando che per la validità dell’atto continuerà ad essere necessario il deposito cartaceo in cancellarie fino alla adozione del Decreto Ministeriale di cui all’art 16 bis comma 6 decreto leggo n 179/2012

Il Consiglio Nazionale Forense si impegna ad individuare un gruppo di referenti che a partire dal 26 ottobre trasmetteranno i ricorsi e controricorsi nonché gli atti successivi anche in modalità telematica fermo restando quanto detto sopra sul deposito cartaceo.

Si precisa che a norma dell’art 2 del protocollo in oggetto entro il mese di dicembre 2020, verificato il positivo svolgimento della fase di sperimentazione, sarà adottato il decreto ministeriale di cui all’art 16 bis, comma 6, del DL n 179 del 2012 convertito con modificazioni dalla legge 221 del 2012 e successive modifiche per l’avvio a valore legale del processo civile telematico in cassazione entro il 15 gennaio 2021 secondo le seguenti cadenze:

  • deposito facoltativo degli atti di parte nel periodo compreso tra il 16 gennaio 2021 e il 16 aprile 2021
  • deposito obbligatorio degli atti di parte a partire dal 17 aprile 2021 previa modifica normativa
Allegati: