Precompilato 730/2017: le informazioni contenute e i vantaggi sui controlli

7 Giugno 2017 in Notizie Fiscali

La dichiarazione dei redditi 730/2017 precompilata messa a disposizione, per il terzo anno di fila, dall'Agenzia delle Entrate contiene molte informazioni. In particolare per la predisposizione del modello 730 precompilato, l’Agenzia delle entrate utilizza i seguenti dati:

  • i dati contenuti nella Certificazione Unica, che viene inviata all’Agenzia delle entrate dai sostituti d’imposta: ad esempio, i dati dei familiari a carico, i redditi di lavoro dipendente o di pensione, le ritenute Irpef, le trattenute di addizionale regionale e comunale, i compensi di lavoro autonomo occasionale;
  • gli oneri deducibili o detraibili che vengono comunicati all’Agenzia delle entrate, quali spese sanitarie e relativi rimborsi, interessi passivi sui mutui, premi assicurativi, contributi previdenziali, contributi versati alle forme di previdenza complementare, contributi versati per i lavoratori domestici, spese universitarie e relativi rimborsi, spese funebri, spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per l’arredo degli immobili ristrutturati e per interventi finalizzati al risparmio energetico;
  • alcune informazioni contenute nella dichiarazione dei redditi dell’anno precedente: ad esempio, i dati dei terreni e dei fabbricati, gli oneri che danno diritto a una detrazione da ripartire in più rate annuali (come le spese sostenute negli anni precedenti per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per l’arredo degli immobili ristrutturati e per interventi finalizzati al risparmio energetico), i crediti d’imposta e le eccedenze riportabili;
  • altri dati presenti nell’Anagrafe tributaria: ad esempio, le informazioni contenute nelle banche dati immobiliari (catasto e atti del registro), i pagamenti e le compensazioni effettuati con il modello F24.

Come riepilogato nelle istruzioni della dichiarazione dei redditi, le principali fonti utilizzate per precompilare i quadri del modello 730 sono elencate nel seguente prospetto:

FRONTESPIZIO  Certificazione Unica e Anagrafe tributaria
PROSPETTO DEI FAMILIARI A CARICO  Certificazione Unica
QUADRO A Redditi dei terreni Dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e banche dati immobiliari
QUADRO B Redditi dei fabbricati Dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e banche dati immobiliari
QUADRO C Redditi di lavoro dipendente e assimilati Certificazione Unica
QUADRO D Altri redditi Certificazione Unica
QUADRO E Oneri e spese Comunicazioni oneri deducibili e detraibili, dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e Certificazione Unica
QUADRO F Eccedenze, acconti e altri dati Certificazione Unica, dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e pagamenti e compensazioni con F24
QUADRO G Crediti d’imposta Dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e compensazioni con F24

I contribuenti che accettano il 730 senza effettuare modifiche non avranno i controlli documentali sugli oneri detraibili e deducibili che sono stati comunicati all’Agenzia delle entrate. La dichiarazione precompilata si considera accettata anche se il contribuente effettua delle modifiche che non incidono sul calcolo del reddito complessivo o dell’imposta (ad esempio se vengono variati i dati della residenza anagrafica senza modificare il comune del domicilio fiscale).

Se il 730 precompilato viene presentato, con o senza modifiche, al Caf o al professionista abilitato, i controlli documentali saranno effettuati nei confronti del CAF o del professionista anche sugli oneri detraibili e deducibili che sono stati comunicati all’Agenzia delle entrate. L’Agenzia delle entrate potrà comunque richiedere al contribuente la documentazione necessaria per verificare la sussistenza dei requisiti soggettivi per fruire di queste agevolazioni.