Pensioni settembre: date pagamenti e novità

25 Agosto 2020 in Notizie Fiscali

Con il messaggio INPS N.3127 del 21 agosto l'istituto comunica le date anticipate per il pagamento delle pensioni relative a settembre negli uffici postali  con  l’accesso contingentato degli utenti nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus COVID-19, che avverranno secondo i seguenti scaglioni, suddivisi in base alle iniziali del cognome del titolare della prestazione:

  •  A-B mercoledì 26 agosto;
  • C-D giovedì 27 agosto;
  • E-K venerdì 28 agosto;
  • L-O sabato 29 agosto;
  • P-R lunedì 31 agosto;
  • S-Z martedì 1° settembre.

 In un comunicato sul sito l'inps precisa che per coloro che hanno scelto di ricevere la pensione  in banca, il pagamento sarà effettuato il 1° settembre, primo giorno bancabile del mese;

Inoltre viene comunicato che per la corresponsione della somma aggiuntiva 2020 (quattordicesima) è stata effettuata un’ulteriore lavorazione d’ufficio per attribuire il beneficio ai soggetti precedentemente esclusi per assenza delle predette informazioni reddituali.
Gli interessati riceveranno la comunicazione dedicata e il pagamento sarà effettuato con la rata di pensione di settembre 2020 al netto di eventuali recuperi per somme aggiuntive non dovute relative ad anni precedenti. 

 Prosegue anche sulla mensilità di settembre l’abbinamento dei conguagli dei modelli 730 i cui flussi siano pervenuti all’Agenzia delle Entrate dopo il 3 luglio.

Sul rateo di pensione di settembre si procede quindi: 

  • al rimborso dell’importo a credito del contribuente;
  • alla trattenuta, in caso di conguaglio a debito del contribuente. Si ricorda che l’eventuale rateazione degli importi a debito risultanti dalla dichiarazione dei redditi deve obbligatoriamente concludersi entro il mese di novembre per cui, qualora la risultanza contabile sia stata ricevuta dall’Istituto nei mesi successivi a quello di giugno, non sarà possibile garantire il numero di rate scelto dal dichiarante per il versamento dei debiti d’imposta.

I contribuenti muniti di PIN che hanno indicato l’INPS quale sostituto d’imposta per l’effettuazione dei conguagli del modello 730/2020 possono verificare le risultanze  attraverso il servizio online “Assistenza fiscale (730/4): servizi al cittadino”, presente sul portale istituzionale e disponibile anche sull’app “INPS mobile”.