Nuova Sabatini: sostegno agli investimenti d’impresa nel Decreto Semplificazioni

28 Luglio 2020 in Notizie Fiscali

L’art 39 del Decreto Semplificazioni rubricato “Semplificazioni della misura Sabatini” introduce modifiche per rendere più efficace questa misura di sostegno agli investimenti delle micro e piccole imprese, ecco in sintesi le novità:

  • innalzamento della soglia entro la quale il contributo in conto impianti è erogato in un’unica soluzione
  • semplificazione della misura per le imprese del Mezzogiorno

Il comma 1 dell’art 39 (modificando l’art 2 comma 4 del DL 69/2013) innalza da 100.000 a 200.000 euro la soglia di erogazione del contributo in una unica soluzione. Ricordiamo che il contributo viene erogato in più quote sulla base delle dichiarazioni prodotte dalle imprese in merito alla realizzazione degli investimenti e se il finanziamento è di importo non superiore a 200.000 euro così come innalzato dal decreto semplificazioni, verrà erogato in una unica soluzione.

Per ciò che riguarda la seconda novità, occorre precisare che il comma 2 dell’art 39 aggiunge al comma 226 dell’art 1 (Legge n160/2019) alcuni punti inerenti alle imprese del Mezzogiorno e in particolare stabilisce che:

  • i contributi “maggiorati” ossia quelli per l’industria 4.0 sono elevati dal 30% al 100% per le regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia
  • sono erogati in una unica soluzione alle imprese beneficiarie
  • sono erogati con modalità stabilite con decreti dei Ministeri dello sviluppo economico e dell’economia e delle finanze.

Si prevede inoltre che in aggiunta allo stanziamento di 60 milioni di euro per il 2020 l’intervento possa essere cofinanziato con risorse derivanti da fondi strutturali e di investimento europei.

I decreti MEF e MISE dovranno disciplinare la “Sabatini sud” con modalità operative specifiche

Ricordiamo che il MISE è già intervenuto a fine aprile 2020 con l’emissione di due circolari in favore dei soggetti beneficiari dell’agevolazione c.d. "Nuova Sabatini", finalizzata a sostenere l’acquisto di beni strumentali.

La prima circolare prevede delle tipologie di sospensione temporanea delle attività relative al bando Macchinari Innovativi, la seconda una proroga di 6 mesi del termine per la realizzazione degli investimenti e per la trasmissione al Ministero della connessa documentazione.

Ricordiamo che la Legge Sabatini prorogata con legge di bilancio 2020 (L. 160/2019) e denominata Sabatini ter è una misura di sostegno che consiste nella concessione alle micro, piccole e medie imprese di due tipologie di agevolazioni:

  • un finanziamento agevolato per investimenti in nuovi macchinari, impianti e attrezzature, compresi i cd. investimenti in beni strumentali “Industria 4.0” ( big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID), tracciamento e pesatura di rifiuti);
  • un contributo statale in conto impianti rapportato agli interessi calcolati sui predetti finanziamenti.

Il Mise con la circolare del 28 aprile 2020, n. 126262, ha chiarito che, nei casi in cui l’attuale situazione emergenziale da covid 19 abbia comportato una chiusura e/o un rallentamento delle attività dell’impresa richiedente la Sabatini ed in particolare, nel periodo compreso tra il 23 febbraio e il 15 maggio 2020, la suddetta impresa potrà avvalersi di una sospensione delle attività di realizzazione del programma di investimento presentandone domanda al MISE. Sono, tuttavia, fatte salve le spese sostenute nel periodo di sospensione.

 Con circolare del 29 aprile 2020, n. 127757, viene concessa la possibilità di avvalersi di una proroga di 6 mesi del termine per la realizzazione degli investimenti e per la trasmissione al Ministero della relativa documentazione probante.

 Tale proroga è riconosciuta relativamente alle operazioni agevolate per le quali il periodo di 12 mesi per la realizzazione dell’investimento stabilito decorrente dalla data di stipula del contratto di finanziamento, include almeno un giorno del periodo di sospensione previsto con la precedente circolare di cui sopra e compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 15 maggio 2020.

Per i soggetti che si trovino in dette condizioni, la proroga di 6 mesi del termine per la realizzazione dell’investimento e per la presentazione al Ministero dei Moduli DUI (ossia l’elenco dei beni oggetto di agevolazione) e RU (ossia la richiesta unica di erogazione) è concessa d’ufficio.

Allegati: