Numero lettera d’intento nei campi facoltativi del tracciato Xml

15 Novembre 2018 in Notizie Fiscali
Fonte: Il Sole 24 Ore

In occasione del videoforum organizzato dal Sole 24 Ore il 12.11.2018 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che in caso di cessione ad un esportatore abituale, il numero della lettera d’intento può essere inserita in uno dei campi facoltativi del tracciato Xml.
Il dubbio è stato sollevato da un’impresa fornitrice di un esportatore abituale, obbligata ad inserire nella fattura gli estremi della lettera d’intenti ricevuta dal cessionario/committente (articolo 1, comma 1, lettera c) legge 17/1984). Non essendoci un campo specifico per inserire tale informazione nel tracciato Xml della fattura elettronica, l'impresa ha chiesto all'Agenzia delle Entrate come procedere.
L’Agenzia risponde che l’informazione può essere inserita nell’Xml, utilizzando uno dei campi facoltativi sui dati generali della fattura.

Secondo la stampa specializzata tale soluzione permette di essere utilizzata in diverse situazioni, non solo in questo caso specifico. Ci sono, infatti, molte disposizioni che impongono l’indicazione in fattura di riferimenti di conformità, come ad esempio:

  • la locuzione per indicare che il fornitore ha assolto il contributo Conai;
  • le indicazioni richieste nell’ambito agroalimentare dal Dl 1/2012;
  • le indicazioni per i dati relativi alle autovetture, per consentire al contribuente la deducibilità del costo del carburante.

Generalizzando la risposta fornita dall’Agenzia, pertanto, sembrerebbe possibile inserire nel  tracciato Xml le diverse informazioni nei campi facoltativi che le specifiche tecniche lasciano a sua disposizione.