Indennità 500 euro lavoratori autonomi delle ex-zone rosse

21 Settembre 2020 in Notizie Fiscali

L’articolo 44-bis del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, al comma 1 prevede l’erogazione di una indennità aggiuntiva  a favore di alcune categorie di lavoratori autonomi e collaboratori coordinati e continuativi  per la forzata sospensione delle loro attività lavorative prevista dal DPCM  sullo stato di emergenza e la limitazione agli spostamenti per il contenimento del contagio da Coronavirus.

I beneficiari della indennità aggiuntiva sono :

  1. i collaboratori coordinati e continuativi, con rapporto attivo alla data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla Gestione separata 
  2. i titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale attiva alla data del 23 febbraio 2020 
  3.  lavoratori autonomi o professionisti, ivi compresi i titolari di attività di impresa, titolari di partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020, compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici con attività di lavoro autonomo 
  4. i liberi professionisti iscritti alle Casse autonome professionali.
  5. gli  iscritti alle Gestioni speciali dei lavoratori autonomi artigiani, commercianti, coltivatori diretti, mezzadri e coloni , alla data del 23 febbraio 2020  
  6. imprenditori agricoli professionali iscritti alla gestione autonoma agricola, nonché i coadiuvanti e coadiutori artigiani, commercianti e lavoratori agricoli iscritti nelle rispettive gestioni autonome, 

che fossero residenti nei seguenti comuni   delle Regioni Lombardia e Veneto  :

  • Regione Lombardia:

a) Bertonico;

b) Casalpusterlengo;

c) Castelgerundo;

d) Castiglione D'Adda;

e) Codogno;

f) Fombio;

g) Maleo;

h) San Fiorano;

i) Somaglia;

l) Terranova dei Passerini.

  •  Regione Veneto:

a) Vo'.

 L'indennità mensile aggiuntiva  è pari a 500 euro per un massimo di tre mesi, parametrata all'effettivo periodo di sospensione dell’attività e non concorre alla formazione del reddito .

Per il periodo di fruizione dell’indennità in questione non è riconosciuto l’accredito di contribuzione figurativa, né il diritto all’assegno per il nucleo familiare. 

 Sarà  erogata dall’INPS, previa domanda,in via telematica, utilizzando i consueti canali messi a disposizione  nel sito internet dell’INPS. La procedura non è ancora attiva .  Il rilascio del nuovo servizio verrà reso noto con apposita comunicazione sul sito internet dell’INPS.

Sulle Indennità per COVID 19 attualmente in vigore leggi Decreto Agosto nuove indennità 1000 euro