Il decreto legge sulla Sanità colpisce superalcolici e bibite

28 Agosto 2012 in Notizie Fiscali

Venerdì dovrebbe essere sottoposto all’esame del Consiglio dei ministri il decreto legge sulla Sanità che, oltre ad interventi di carattere strutturale per l’attività dei medici, prevede diverse novità anche per la vita quotidiana dei cittadini. Si tratta in ogni caso ancora di una bozza, quindi sono possibili ulteriori modifiche. Il provvedimento prevede, a carico dei produttori di bevande analcoliche con zuccheri aggiunti ed edulcoranti, un contributo straordinario pari a 7,16 € ogni 100 litri e un contributo di 50 € ogni 100 litri per i produttori di superalcolici. I proventi sarebbero poi destinati ad adeguare i livelli essenziali di assistenza per le persone affette da malattie croniche o rare e per la dipendenza dal gioco d’azzardo. A quest’ultimo proposito, il decreto vieta l’installazione di macchinette per il gioco d’azzardo in un raggio di 500 metri da scuole, centri giovanili e altri istituti frequentati prevalentemente da ragazzi, nonché da luoghi di culto e strutture residenziali sanitarie o socio assistenziali. Sanzioni più pesanti per chi vende sigarette e simili a minorenni e per i commercianti che non forniscono informazioni sulle modalità di utilizzo del pesce crudo e dei molluschi freschi. Per chi vende latte crudo sarà necessario esporre un cartello che indichi la necessità di bollire il prodotto prima della sua consumazione.

Lascia un commento