Dogane-Entrate, più collaborazione per il transfer pricing

10 Novembre 2015 in Notizie Fiscali

In seno al tavolo, istituito tra la Direzione Centrale Legislazione e Procedure Doganali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e la Direzione Centrale Accertamento dell’Agenzia delle Entrate, è emersa la necessità trovare punti di convergenza tecnica tra la normativa fiscale e quella doganale in materia di prezzi di trasferimento (transfer pricing): la prima avente  come  riferimento  il  prezzo  di  libera  concorrenza,  la  seconda  il  cosiddetto  valore  di transazione tra compratore e venditore legati. Le due Agenzie intendono, quindi, intensificare il dialogo e la collaborazione tra le due amministrazioni nella prospettiva di migliorare le condizioni che possono favorire la compliance del contribuente. In particolare, per la determinazione del  cosiddetto valore di transazione ai fini doganali, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha ritenuto, in alcuni casi, possibile consentire l’utilizzo degli oneri documentali sui prezzi  di  trasferimento predisposti ai fini delle imposte dirette (Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 29 settembre 2010). È stata, inoltre, definita una declinazione valida ai fini doganali dei metodi di determinazione dei prezzi di trasferimento utilizzati ai fini delle imposte dirette.