Credito per la promozione delle opere musicali nelle dichiarazioni 2018

17 Aprile 2018 in Notizie Fiscali
Fonte: Fisco e Tasse

Uno dei crediti d’imposta presenti nelle dichiarazioni dei redditi 2018, riferite all’anno di imposta 2018 riguarda la promozione delle opere musicali. In particolare, il DL 91/2013 ha istituito un credito d’imposta a favore delle imprese produttrici di fonogrammi e di videogrammi musicali nonché delle imprese di produzione e organizzazione di spettacoli musicali dal vivo, esistenti almeno dal 1° gennaio 2012. Nel 2017 tale credito è stato implementato dalla Legge 175/2017 (cd. legge delega per la riforma dello spettacolo) che, oltre a renderlo permanente, ha esteso l’ambito di applicazione del credito alle opere terze.
In particolare, il credito d’imposta è riconosciuto per la compilazione per i costi sostenuti per attività di

  • sviluppo,
  • produzione,
  • digitalizzazione,
  • promozione

di registrazioni fonografiche o videografiche musicali, fino all’importo massimo di 200.000 euro nei tre anni d’imposta.

Beneficiano del credito d’imposta i soggetti che presentano domanda al Ministro dei beni e delle attività’ culturali e del turismo, dal 1°gennaio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di commercializzazione dell’opera.
Nel modello dichiarativo va indicato l’ammontare del credito riconosciuto dal Ministro dei beni e delle attività’ culturali e del turismo nel periodo d’imposta oggetto della presente dichiarazione.  Il codice credito da inserire nei modelli Redditi SC 2018, Redditi SP 2018 e Redditi PF 2018 relativo all’anno di imposta 2018 è il 93.
Si specifica che il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione presentando il modello F24 tramite i servizi telematici utilizzando il codice tributo “6849”.