730/2021: figli a carico non residenti

17 Maggio 2021 in Notizie Fiscali

Dal 19 maggio 2021 sarà possibile:

  • acccettare
  • rettificare
  • integrare
  • inviare 

la dichiarazione dei redditi precompilata modello 730/2021. 

Vediamo il quadro dei familiari a carico, nel caso di figli non residenti di un cittadino extracomunitario residente fiscalmente in Italia. Il chiarimento è stato fornito dalle Entrate con risposta a quesito pubblicata sul sito della propria rivista FiscoOggi.

Il cittadino extracomunitario chiedeva quanto segue:

"si può usufruire delle detrazioni per i figli a carico che però risiedono con la mamma all’estero? Che documentazione serve?"

Le Entrate nella persona di Paolo Calderone hanno dato risposta affermativa specificando che sia possibile a condizione che i figli abbiano posseduto, nel periodo d’imposta per il quale si richiedono le detrazioni, un reddito complessivo non superiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili (4.000 euro se di età non superiore a 24 anni).
Come peraltro riportato nelle istruzioni alla compilazione del Modello 730/2021 (e anche del Modello Redditi PF/2021) il coniuge non legalmente ed effettivamente separato e i figli si possono considerare come familiari a carico anche quando:

  • non convivono con il contribuente
  • o risiedono all’estero.

Leggi l'approfondimento sulle scadenze del 730/2021 nell'articolo intitolato: Dichiarazione precompilata 2021 (730 e Redditi PF): il calendario delle scadenze

Per richiedere le detrazioni per familiari a carico il cittadino extracomunitario deve essere in possesso di idonea documentazione che attesti lo status di familiare e che può essere alternativamente costituita da:

  • documentazione originale rilasciata dall’autorità consolare del Paese d’origine, tradotta in lingua italiana e asseverata da parte del prefetto competente per territorio
  • per le persone provenienti dai Paesi che hanno sottoscritto la Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961, documentazione con apposizione dell’apostille
  • documentazione validamente formata nel Paese d’origine, in base alla normativa di quella nazione, tradotta in italiano e asseverata come conforme all’originale dal Consolato italiano nel Paese di origine.

Egli dovrà indicare nel quadro dei familiari a carico del modello 730 (o Unico PF/2021) il codice fiscale dei figli a carico residenti all’estero.

Leggi anche: 730 precompilata 2021: le regole per accedere alla dichiarazione